MASCHERINA IL BACIO DI D10S

8,00

DA PICCOLO SOGNAVO DI DIVENTARE DIEGO ARMANDO MARADONA…
OGGI DIEGO ARMANDO MARADONA SONG’ IO!!!

Esaurito

POSTER D10S
Amici carissimi, abbiamo deciso di onorare DIEGO.
Forse perchè, come tutte le cose belle, ti rendi conto del loro valore solo quando non le hai più, o forse perche’, in cuor nostro soffriamo perche’ siamo coscienti di non averlo saputo proteggere abbastanza…
Come invece era dovuto, come invece si meritava.
Diego – per il Mondo ha un cognome, famoso, pesante, importante, odiato – per noi è semplicemente DIEGO, come il mio vicino, come il mio compagno di banco, come mio fratello, come me.
Da sempre allergico all’ ipocrisia e alla doppia morale, non ha mai esitato a rompere una cerimonia, una intervista, una manifestazione, quando la considerava ipocrita, ingiusta.

Molte persone nel Mondo lo hanno amato e lo amano proprio per questo e non solo per le sue doti calcistiche, ma per quella maglietta che denunciava i crimini di guerra, le ingiustizie burocratiche, e le altre infinite volte in cui Diego non ci ha pensato due volte a rompere con le convenzioni ipocrite che lo circondavano.
DIEGO non ha bisogno di riti ufficiali, di minuti di silenzio organizzati dai politici del calcio, da chi, troppo spesso proprio in vita lo ha attaccato, giudicato e maledetto.
Le manifestazioni di affetto spontanee a Buenos Aires e Napoli, i murales apparsi in Siria e Palestina, ed ad ogni angolo del pianeta in suo onore, le canzoni nel suo ricordo che si sono scritte e si stanno scrivendo anche in questi giorni, i chilometri di pellicole e documentari , film, articoli di giornali, hanno molto più senso delle commemorazioni ufficiali.

Le nostre lacrime, quelle si, hanno molto più senso, di qualsiasi altra commemorazione fintissima, organizzata, a cui DIEGO, sicuramente si sarebbe rifiutato di parteciparvi.
Ma altrove sarebbe andato, anzi, sarebbe venuto anche a Napoli, al piazzale dello stadio San Paolo, il suo teatro, ai murales dei Quartieri Spagnoli, che sono diventati un enorme tempio collettivo, universale.
Ed è proprio questo che ci dice chi era Diego, ed il motivo per cui nel mondo è tanto amato e tanto contestato, perchè Diego, da sempre, già a 15 anni, era la maglia dei più deboli, degli indifesi, dei poveri, dei ragazzi che corrono scalzi dietro ad un fagotto di cuoio sognando il domani, col sole negli occhi; perchè Diego quando è diventato Maradona non ha scelto di appagarsi e andare nella prima in classifica, ma, ancora una volta, è stata la bandiera della squadra modesta e odiata da tutti, trasformandola in un’autentica leggenda del calcio, prima a casa sua e poi a Napoli.

Una squadra delle periferie, storicamente povera, disprezzata dai campionati di tutta la nazione, che improvvisamente e grazie a lui arriva sulla vetta della classifica della serie A, la più costosa, la più elitaria, la più difficile, facendole vincere 2 scudetti, regalando al Napoli la vittoria storica contro la Juve, dopo più di 30 anni, e strappandole qualche anno dopo anche la Supercoppa.
Diego diventa così il simbolo non solo dei ragazzi del suo quartiere, della sua Argentina, di Napoli e della Campania, ma di tutto il Mondo.

Diego non morirà mai, perchè se da piccolo volevo essere come Maradona, oggi Maradona song’ io.
Peso 0,20 kg
Dimensioni 10 × 5 × 2 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “MASCHERINA IL BACIO DI D10S”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.